FINESTRE - Klimout-Windosws&More

Vai ai contenuti

Menu principale:


PVC
Convenienza e prestazioni!
ALLUMINIO
Fascino eterno!


LEGNO e LEGNO-ALLUMINIO
Tradizione e futuro!

---


Cos'è il PVC
Il Polivinile di Cloruro, conosciuto comunemente con la sigla PVC, è un polimero termoplastico che riscaldato a una temperatura di circa 200° diventa viscoso e viene estruso in differenti profili che, una volta raffreddati, saranno tagliati e saldati tra loro per produrre elementi (come finestre e porte) dalle elevatissime prestazioni isolanti e dalla grande resa estetica.
Il Polivinile di Cloruro è un polimero formato dal 57% di cloro, proveniente dal sale da cucina, e per il restante 43% da carbonio ed idrogeno additivato con altre sostanze, come stabilizzanti e lubrificanti, per conferirgli specifiche caratteristiche fisico-meccaniche allo scopo di dare le idonee caratteristiche prestazionali necessarie ai suoi molteplici usi.
Il polivinilcloruro è una delle materie plastiche più utilizzate al mondo per la sua versatilità; infatti pur essendo rigido allo stato puro, può essere miscelato con plastificanti che lo rendono flessibile e modellabile.
Il PVC è utilizzato in migliaia di applicazioni, dall’edilizia all’imballaggio alimentare e farmaceutico, dai presidi medico-chirurgici ai materiali per la protezione civile. Il suo frequente utilizzo è dovuto al fatto che il PVC garantisce il rispetto degli standard attualmente in vigore per risparmio energetico e la compatibilità ambientale.
Il PVC ha numerosi vantaggi: assicura un’elevata prestazione a costi accessibili, è un materiale isolante, stabile, resistente e versatile, è resistente al fuoco, è durevole, è igienico ed è riciclabile.
Tra i suoi innumerevoli utilizzi, frequente è quello per la realizzazione di profili per serramenti.
Come si è evidenziato il PVC ha delle buone caratteristiche che rendono le finestre resistenti alle intemperie (piogge acide, inquinamento) e agli attacchi della salsedine. Inoltre gli infissi in PVC sono ben isolati, sia termicamente che acusticamente, grazie alla bassa conducibilità termica del materiale.
I serramenti in PVC risultano essere tra i più economici in commercio, assicurando un ottimo rapporto qualità-prezzo.
Una delle caratteristiche principali che contraddistingue i serramenti in PVC è l'impermeabilità; le finestre in PVC sono le meno sensibili alle infiltrazioni d’acqua e al contempo resistono bene alle sollecitazioni del vento. Questa loro caratteristica ne ha permesso la diffusione soprattutto nelle zone di mare.
I serramenti in PVC non hanno bisogno di grande manutenzione e non sono particolarmente difficili da pulire; generalmente bisogna pulirli con cadenza semestrale per evitare che i loro colori si sbiadiscano.
Gli infissi in PVC sono leggeri e maneggevoli, ciò li rende la soluzione migliore nei casi in cui sia necessario realizzare finestre o porte finestre di grandi dimensioni.
Inoltre tali finestre sono ignifughe in quanto il PVC è un materiale auto-estinguente, che non alimentare le fiamme in caso di incendio.


---


Perchè l'alluminio
Tutte le finestre e le portefinestre devono avere caratteristiche tecnico-prestazionali precise e regolate dalla norma UNI EN 14351-1:2006 che stabilisce le modalità e le procedure per l’apposizione della marcatura CE.
Tra le caratteristiche di maggiore rilevanza per una finestra ci sono: resistenza meccanica e stabilità, sicurezza in caso di incendio, protezione contro il rumore, isolamento termico, permeabilità all’aria e all’acqua.
Tra i materiali che soddisfano bene queste caratteristiche c’è l’alluminio che è un materiale leggero, robusto e resistente agli agenti atmosferici.
Gli infissi in alluminio sono stabili, robusti, molto semplici da pulire e non richiedono particolari accorgimenti o manutenzione e durano nel tempo.
L'alluminio è riciclabile, infatti può essere rifuso all'infinito con un consumo di energia limitato, ed è ecologico, in quanto non è nocivo per l'ambiente e anche in caso di incendio non sprigiona alcuna sostanza negativa.
L'alluminio è pratico, modellabile (si possono estrudere varie geometrie) ed è orientato al design. Infatti si presta bene a qualsiasi esigenza estetica, visto che può essere anodizzato, ossidato o verniciato con tecniche di verniciature a polveri o verniciature a sublimazione. Oltre ad una vasta scelta di colori si possono realizzare varie finiture come quella “effetto legno”, che tendono a ricreare una resa estetica simile a quella del legno.
L’alluminio però, come tutti i metalli, è un conduttore naturale, e quest’ultima proprietà, se non adeguatamente corretta, potrebbe non rende molto performanti gli infissi nell’isolamento termoacustico.
Per ovviare a questo inconveniente e garantire buone prestazioni di isolamento gli infissi in alluminio vengono prodotti con la tecnica del “taglio termico” che consiste nell’inserimento, all’interno delle camere d’aria dei profili, di listelli in materiali a bassa conducibilità termica, interrompendo la continuità del metallo e isolando quindi la finestra da dispersioni termiche.
Sfruttando quindi il principio dell'interruzione termica le finestre in alluminio a taglio termico garantiscono un buon isolamento e permettono un notevole risparmio energetico. Questa tecnica induce anche altri vantaggi come ad esempio un migliore isolamento acustico.

---


Il bello di un serramento in legno.
Il legno è un materiale molto resistente, ancorché leggero.
Con una vasta gamma di essenze, ognuna con caratteristiche diverse, si adatta alle più svariate esigenze abitative.
La durata nel tempo è molto elevata ; basti pensare agli edifici antichi anche di decine di anni, molti dei quali con serramenti in legno di oltre 60÷70 anni ancora funzionanti, anche se con prestazioni minori di quelle attuali (perché così concepiti ad origine) .
Anche la verniciatura, molto evoluta negli ultimi decenni (con l'impiego di vernici all'acqua) , ha finalmente perso la caratteristica di punto "debole" del serramento in legno, per il quale è oramai sufficiente una regolare minima manutenzione ordinaria per il mantenimento dello splendore della verniciatura stessa.
Un serramento di legno rappresenta energia e natura, e dal punto di vista di coibenza termica è quello che ha il minor valore di conducibilità termica (e cioè è il più coibente).
Il legno è una materia prima riciclabile e rinnovabile.
Il serramento di legno può essere riciclato al termine della sua vita utile, potendo essere trasformato il materiale per costruzioni e/o imballaggi ovvero in una fonte di energetica pulita per combustione.
Perché il legno, è ovvio, è una materiale naturale non inquinante .
Un serramento di legno è un elemento di pregio e naturale bellezza, che esalta la qualità percepita nell’ambiente in cui viene collocato. È infatti un materiale che risponde ai gusti e alle richieste più disparate : modelli, forme, colori, dettagli preziosi, conferendo alla finestra un aspetto moderno e innovativo, e nel contempo tradizionale e rassicurante.
All’interno di una casa il serramento di legno rappresenta "il primo mobile" (in ordine temporale) con cui si arreda la casa stessa, e comunica ai nostri sensi un intenso senso di benessere, tranquillità e comfort.
Che sia moderno o tradizionale, dipinto o naturale, è innegabile che il legno aggiunge valore e personalità ad ogni ambiente, adattandosi a qualsiasi esigenza di design ed a qualsiasi contesto.
 
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu